Blog posts

Fritto misto di pesce

Fritto misto di pesce

Cucina tipica, Secondi Piatti, Speciali_Homepage Featured

La cucina partenopea è nota in tutto il mondo per la bontà dei suoi piatti e delle proprie tradizioni.
Esistono diverse pietanze che fanno parte della nostra cultura rappresentandoci nel mondo allo stesso modo di pizza e pasta, una di queste è il Fritto misto di pesce, protagonista indiscusso delle nostre tavole. La frittura di pesce napoletana è ricca, variegata e profuma di mare. Nelle zone costiere è anche nota come “frittur e paranz”, un piatto a base di pesce fritto che comprende solo prodotti di piccolo taglio come sogliolette, alici, merluzzetti e triglie a cui spesso si aggiungono varietà come: latterini, sarde, totani, gamberi, calamari.
Questo nome, divenuto ormai più che consueto nel vocabolario della nostra terra, prende il nome dalla paranza, che è una tipica barca per la pesca a strascico impiegata dalle marinerie italiane.
Il fritto misto viene preparato passando il pesce nella farina per friggerlo rapidamente nell’olio bollente e di seguito asciugarlo su carta paglia. Questa frittura, talvolta, viene accompagnata a tavola da spicchi di limone, il cui succo è da molti apprezzato come condimento.
Il fritto misto di pesce è uno di quei piatti che tradizionalmente va gustato caldissimo … frijenno magnanno, è il modo di dire tipico partenopeo … ed ecco che da qui nasce il cuoppo con dentro di tutto e di più, emblema del cibo da strada.

Fritto misto di pesce

Fritto misto di pesce

Fritto misto di pesce

Ingredienti:
700 g misto di pesci per frittura (alici e sarde, totani, calamari, gamberi, seppioline, triglie )
farina “00” o di semola
1 lt olio di semi d’arachide

Procedimento:
Sciacquate bene i pesci sotto l’acqua corrente dopo averli puliti.
In un tegame con bordi alti versate abbondante olio e portatelo alla temperatura di circa 180°C.
Quando l’olio avrà raggiunto la giusta temperatura, infarinate una piccola quantità di pesce, non impanate tutto in una volta perché alla fine vi troverete la panatura umida e appiccicosa.
Scuotete la farina in eccesso e immergete il pesce nell’olio bollente cuocendolo fino a doratura.
Scolate e adagiate la frittura su un foglio di carta paglia (o comune carta pane), infine salate.
Servite e gustate il fritto misto di pesce ben caldo e accompagnatelo da spicchi di limone … Bon appétit!

Fritto misto di pesce

Seguitemi su Facebook Google+ Pinterest Instagram e Twitter

 

About the author

2 Comments

  1. clibi
    30 maggio 2016 at 10:21
    Reply

    questo piatto mi fa ricordare la “paranza” un piatto ligure strepitoso

    • Rosa Cinque
      16 febbraio 2017 at 20:07

      Anche qui in Campania è nota come frittura di paranza. =)
      Grazie Clibi, un abbraccio.

      Rose

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *